Joe Biden: il sistema sanitario italiano non funziona

“With all due respect to Medicare for All, you have a single-payer system [pubblico, NdR] in Italy”
“It doesn’t work there. It has nothing to do with Medicare for All. That would not solve the problem at all. ”

Ieri sera, 15 marzo, Bernie Sanders e Joe Biden si sono scontrati nel dibattito televisivo organizzato dalla CNN, in vista del voto per le primarie del Partito Democratico USA.

[Per sapere come siamo arrivati fino a questo punto, ecco il riassuntone del SuperTuesday, e il racconto del sorpasso da parte di Biden nella notte del Michigan. ]

Il dibattito di ieri è stato dominato dal tema Coronavirus. Trump e il Vicepresidente Pence dicono che gli USA sono il paese più preparato al mondo, e con il sistema sanitario migliore al mondo, mentre la realtà è ben diversa.

Illustrazione per TBU di Stefano Grassi

Cos’ha detto Biden, spiegato

Attenzione, perché il punto è cruciale nella lotta tra i due candidati.
Sanders stava dicendo: non riusciamo a combattere il coronavirus perché non c’è un sistema federale, quindi con una direttiva centrale, e soprattutto perché ci sono, come già detto, milioni di americani senza assicurazione. Mentre Sanders punta a usare le difficoltà legate alla diffusione del coronavirus come ulteriore argomento a sostegno del suo programma “Medicare for All”, che introdurrebbe un sistema sanitario pubblico, Biden ha continuato sulla linea precedente. Che è composta da due elementi:

  1. Dal punto di vista italiano (e di Sanders), non avere un sistema sanitario pubblico è una cosa inaudita. Tuttavia, per l’americano mediano si tratta di un concetto rivoluzionario, che contrasta decenni di retorica sul libero mercato e sui pericoli della centralizzazione. In modo simile a tutte le volte che i liberal italiani parlano di privatizzare in quanto il settore pubblico sarebbe inefficiente di per sé, cioè proprio in quanto pubblico. Confondendo così i due argomenti (efficienza e accessibilità di un servizio). Negli Stati Uniti questo argomento ha una forte presa sulla popolazione, che ancora pensa in termini per cui politica centrale = Stalinismo. Cosa che chiaramente fa sorridere, ma è bene ricordare che intere generazioni sono cresciute durante la Guerra Fredda. Si tratta dell’elettorato di Biden, nettamente più vecchio di quello di Sanders, ma più numeroso, e più propenso ad andare a votare.
  2. Durante il dibattito Biden ha puntato tutto sul presentarsi come un uomo deciso, che sa quello che bisogna fare, ORA. Non piani di lungo periodo, come dice Sanders: l’America ha bisogno di risposte forti, immediate. Tutte parole che suonano molto bene, e vanno a vuoto nell’elettorato mediano americano.

Concludendo, Biden ha cercato di minimizzare il fatto che l’Italia abbia un sistema sanitario pubblico, dicendo che non è quello che determina la soluzione di una crisi. In una crisi, pubblico o privato che sia, serve un intervento federale. Vero, ma non del tutto. Infatti alcuni dei provvedimenti che devono essere presi a livello federale sono proprio il frutto di un sistema che penalizza i più poveri. Poveri ai quali Biden si propone con un piano non radicale come quello di Sanders, bensì progressista, come quello di Obama.
Quello di Sanders rischia di non passare in Parlamento, quello di Biden/Obama rischia di migliorare marginalmente la condizione dei più deboli, senza andare seriamente a toccare lo status quo di un sistema che causa disuguaglianze profonde.

 

Giacomo Romanini


Appendice: brevissimo riassunto su come funziona sistema sanitario americano, in generale.

Negli USA non esiste un sistema sanitario centralizzato. I cittadini accedono alla sanità tramite un’assicurazione. Come tutte le assicurazioni, a seconda di quanto sei rischioso come individuo, e a seconda di quanto paghi, hai una copertura sanitaria buona o meno.
Prendiamo l’esempio della macchina: se l’assicurazione sa che hai fatto tanti incidenti in passato, paghi di più, una franchigia più alta. Stessa cosa per quella medica: se sei povero, quindi considerato più a rischio, allora paghi di più. Un altro esempio? È come chiedere un prestito in banca: se sei ricco, hai garanzie (casa/e etc), ottieni un interesse più basso, in caso contrario devi pagare un premio per il fatto che la probabilità di non ripagare è più alta.

Come si ottiene l’assicurazione negli USA? Nella maggior parte dei casi, gli americani la ottengono tramite il datore di lavoro. Senza andare nei dettagli, 25 milioni, il 10% degli americani non ha un’assicurazione. Tra quelli che ne hanno una, circa il 30% ne ha una “scarsa” (underinsured). [Perché questi elettori non votano Sanders? spiegato qui].


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...