Children’s Book Fair: l’editoria che alimenta l’immaginazione

Il mondo dell’editoria per ragazzi si incontra da oltre cinquant’anni nel capoluogo dell’Emilia Romagna: arrivata al suo cinquantatreesimo anno di attività la Bologna Children’s Book Fair (BCBF16) si è svolta quest’anno dal 4 al 7 aprile, scegliendo come leitmotiv per questa edizione lo slogan “Fuel the Imagination”: alimenta l’immaginazione. La Fiera, che nei primi anni di vita si svolgeva in pieno centro a Bologna, nello storico palazzo Re Enzo, è ormai un imprescindibile appuntamento per tutti gli appassionati e i professionisti che gravitano nell’orbita dei libri per ragazzi, una realtà a volte considerata di secondo piano fra i non addetti ai lavori, ma che invece ha molto da insegnare ai fratelli “maggiori” dell’editoria per adulti.

A raccontarcelo sono i dati pubblicati nel rapporto 2015 dell’AIE (Associazione Italiana Editori) che fotografano una realtà piuttosto incoraggiante: sebbene la media nazionale dei giovani ad aver letto almeno un libro non scolastico nei 12 mesi precedenti sia ancora bassa (41.4%), in Italia l’editoria per ragazzi è cresciuta del 7,9% in quest’ultimo anno; si contano più di 200 case editrici attive nel settore ragazzi (erano 165 nel 2012), numeri da non sottovalutare nel mare tempestoso in cui le case editrici – piccole e medie – si trovano oggi a navigare. E la Fiera di Bologna, con i suoi 4 giorni di eventi, esposizioni, mostre, incontri e gli oltre 1200 espositori provenienti da 70 Paesi, è un termometro che ben misura la temperatura interna dell’editoria per ragazzi, specialmente quella italiana, che ha visto un incremento più che positivo in quanto acquisizione di diritti esportati all’estero: si registra un +19% di diritti venduti al mercato britannico, che stacca con più di 10 punti Francia (8,7%) e Usa (8,4%). La Germania invece, Paese Ospite d’onore di questa edizione del BCBF, non si è rivelata particolarmente interessata alla nostra editoria giovanile, considerato che solo 1,8% dei diritti per titoli pubblicati sono stati acquistati in terra teutonica.

DSC_0054
© Roberta Cristofori

Fra gli stand della fiera si incontrano editori, agenti, traduttori, distributori, licenser e soprattutto tanti autori e illustratori. I professionisti artigiani con i loro pennelli e le loro tavolette grafiche rendono estremamente peculiare questa branca dell’editoria: illustrazioni e immagini diventano le protagoniste anche grazie alla Mostra degli Illustratori, interna alla Fiera, e arrivata alla cinquantesima edizione (con quasi 16mila tavole esposte). Un agognato trampolino di lancio internazionale per i 3191 illustratori partecipanti provenienti da 61 Paesi diversi.

Novità assoluta dell’edizione BCBF 2016 è stata l’assegnazione del primo Premio Strega Ragazze e Ragazzi, nuovo riconoscimento letterario attribuito ai libri di narrativa destinata ai ragazzi pubblicati in Italia, anche in traduzione, e vinto da Susanna Tamaro con Salta, Bart! (categoria 6-10 anni) e Chiara Carminati autrice di Fuori Fuoco (categoria 11-15 anni).

Sofia Caratozzolo

© Roberta Cristofori

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...