Simone Cristicchi, “Magazzino” e gli spettri del recente passato

Il teatro è, per me, come un luogo sacro. Uno spazio dove si compie un rito laico che, nell’amore per la cultura, acquista una sacralità speciale che lo rende insostituibile e prezioso. Un’isola, lontana dalla realtà, capace di stimolare riflessioni, ma anche di far sorridere. Sì, insomma, ho una visione un po’ snob del teatro e, a suo modo, ha pure cambiato la mia vita, … Continua a leggere Simone Cristicchi, “Magazzino” e gli spettri del recente passato