Dentro il collettivo: da un’idea folle a documentario

Borgo Tanzi è una via come un’altra dell’Oltretorrente parmigiano. Le mura grigie degli antichi palazzi del centro storico scorrono ai lati degli stretti marciapiedi, si susseguono i portoni, le auto innervosite suonano i loro clacson contro i ciclisti che contromano sfrecciano verso i portici di via D’Azeglio. Potrete attraversarla in lungo e arrivare fino al torrente Parma. Potrà anche capitarvi, arrivando davanti al numero 26, … Continua a leggere Dentro il collettivo: da un’idea folle a documentario

Youth, Paolo Sorrentino (2015)

Mettiamo subito le cose in chiaro: Youth non è un brutto film, mai si potrebbe definire tale un prodotto realizzato con un cast d’eccezione, addetti al mestiere della portata di Luca Bigazzi (fotografia) e David Lang (musiche), ma soprattutto con una produzione internazionale alle spalle. Il problema di Youth è l’aspettativa. Non ci sarebbe bisogno di ricordarlo, ma per aiutarvi ad unire i tasselli del … Continua a leggere Youth, Paolo Sorrentino (2015)

Piccole rivoluzioni editoriali: il progetto indipendente di Santiago Edizioni

Le librerie indipendenti chiudono, l’omologazione domina e diventa sempre più difficile reperire opere innovative e sperimentali, la qualità del lavoro editoriale si riduce, il concetto di prodotto commerciale prevale su quello di prodotto culturale. Qualcuno si è voluto opporre a questo panorama, aprendo la strada ad un percorso alternativo, nel quale lo scrittore ed il lettore tornino ad essere protagonisti: il Progetto Santiago. Non si … Continua a leggere Piccole rivoluzioni editoriali: il progetto indipendente di Santiago Edizioni

#ijf15 – Processo ai talk show

Era un lunedì sera quando, corsi i titoli di coda lungo lo schermo della tv, gli spettatori sintonizzati su Rai 1 il 18 ottobre del 1976 vennero sorpresi dalla sigla di un nuovo programma. Una musichetta senza troppe pretese e una didascalia: “IN DIRETTA DALLO STUDIO 11 DI ROMA – BONTA’ LORO” (sì proprio con l’apostrofo, non è un refuso). Tre semplici poltrone per gli … Continua a leggere #ijf15 – Processo ai talk show

Critica all’antilingua cinematografica: Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza, R. Andersson (2014)

Il panorama della distribuzione cinematografica in Italia, si sa, è quello che è, e nella settimana di uscita di Fast & Furious 7 c’è solo da mettersi le mani nei capelli e sperare che qualche cinema d’essai vada controcorrente. Questa è la consapevolezza del lunedì del povero cinefilo. Arrivato al mercoledì è quasi pronto a soccombere, ma all’improvviso si apre un varco nel cielo plumbeo: … Continua a leggere Critica all’antilingua cinematografica: Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza, R. Andersson (2014)

Boyhood (2014) e gli Oscar

So what’s the point? Of what? I don’t know, any of this. Everything. Everything? What’s the point? I mean, I sure as shit don’t know. Ci siamo. Il tanto atteso 22 febbraio è arrivato, e noi con lui. Mi raccomando di puntarvi la sveglia perché l’orario potrebbe certo non essere dei più comodi, si rischia di crollare addormentati molto prima. Per di più oggi è … Continua a leggere Boyhood (2014) e gli Oscar

Birdman, di A. González Iñárritu (2014)

Terri e io sono cinque anni che stiamo insieme e siamo sposati da quattro. E la cosa tremenda, veramente tremenda, ma anche buona, la grazia salvifica, la potremmo definire, è che se a uno di noi succedesse qualcosa – scusatemi se lo dico – insomma, se succedesse qualcosa a uno di noi, mettiamo domani, secondo me, l’altro, l’altra persona, soffrirebbe per un po’, sapete, ma … Continua a leggere Birdman, di A. González Iñárritu (2014)

Una trattativa, Sabina Guzzanti (2014)

Sarebbe bello poter dire de La Trattativa: «Piaciuto il film, eh? Intenso, coinvolgente, anche se a tratti la regista ha un po’ calcato la mano, certi episodi sono chiaramente di fantasia». Ma un attimo: l’ipotesi della trattativa stato-mafia in Italia è verosimile. Quindi quello che viene raccontato nel film è tutto realmente accaduto e storicamente registrato. Caro italiano, rassegnati, nel Belpaese la realtà supera (quasi … Continua a leggere Una trattativa, Sabina Guzzanti (2014)

Si alza il vento, Miyazaki

Non credo sia giusto accendere le luci in sala appena finisce un film. Quando la musica sfuma, si dissolve la sequenza di chiusura e partono i titoli di coda, in quell’istante un tempo sugellato dal “The End”, lo spettatore sognante ha bisogno di tempo. Invece il buio viene all’improvviso stonato da fredde luci al neon che ti riportano troppo velocemente alla realtà. All’avvento del chiarore … Continua a leggere Si alza il vento, Miyazaki

Rileggere Cronenberg attraverso gli occhi di Bateson e Girard (Pt. I)

RILEGGERE CRONENBERG ATTRAVERSO GLI OCCHI DI BATESON E GIRARD, I Orientarsi tra queste righe non sarà forse facile. Vi basti sapere che scaturiscono dal tentativo di analizzare l’opera di Cronenberg, Inseparabili, attraverso la visione di due autori contemporanei: Gregory Bateson e René Girard. Il primo (antropologo, sociologo e molto altro ancora) famoso principalmente per la teoria del doppio legame, il secondo per la teorizzazione del … Continua a leggere Rileggere Cronenberg attraverso gli occhi di Bateson e Girard (Pt. I)