Il giro del mondo in 4 notizie #24

Gentili lettori, Bentornati alla nostra rassegna settimanale della stampa estera!  Oggi ci concentriamo in gran parte sul recente attacco USA in Siria e le sue potenziali implicazioni per il futuro del conflitto e gli equilibri internazionali; con Al Jazeera ci chiediamo cosa sperino di ottenere esattamente le potenze occidentali dal loro coinvolgimento in Siria. Raccontiamo poi, ora che si affaccia timidamente la bella stagione, cinque … Continua a leggere Il giro del mondo in 4 notizie #24

I russi amano Putin, nonostante tutto

Nella giornata di domenica 18 settembre si sono tenute le consultazioni elettorali per il rinnovo della Duma, la Camera bassa dell’Assemblea dei rappresentanti della Federazione russa. 450 nuovi parlamentari sono stati eletti tramite un sistema elettorale di tipo proporzionale con soglie di sbarramento del 5% per  l’ingresso in Parlamento e del 3% per ottenere i finanziamenti pubblici. Il voto si è contraddistinto per l’alto tasso di … Continua a leggere I russi amano Putin, nonostante tutto

mappa censura

La mappa della censura

Alzi la mano chi di voi, guardando la tv, non si sia mai imbattuto in qualche inchiesta giornalistica turbolenta, dove si ripete lo stesso copione: una mano che nel mezzo della diretta offusca le riprese accartocciando il segnale; le voci fuoricampo acute e i respiri affannati, specie quelli del cameraman; urla e spintoni finalizzati a reprimere tutto ciò che danneggia e infanga. La mano sopra … Continua a leggere La mappa della censura

Putin e la posta in gioco in Medio Oriente

L’interventismo di Vladimir Putin in Siria ha lanciato un guanto di sfida non indifferente sia agli Stati Uniti che ai suoi alleati europei presenti nella coalizione internazionale per contrastare l’IS. Al supporto economico e militare che la Russia ha sempre effettuato nei confronti di Bashar Al-Assad è seguito l’invio nell’ultimo mese di istruttori e soldati, e l’avvio di una campagna di supporto aereo, nella quale l’aviazione … Continua a leggere Putin e la posta in gioco in Medio Oriente

La discesa in campo della Russia in Siria: obiettivi e dubbi

Durante il suo intervento al Forum economico internazionale tenutosi a San Pietroburgo il 19 giugno, Vladimir Putin aveva espresso ancora una volta la sua preoccupazione riguardo alla situazione drammatica e caotica ormai del Medio Oriente, mettendo in risalto la disintegrazione dello stato siriano, rimasto ad un cumulo di macerie (infrastrutturali, umane e culturali), seguendo gli stessi sciagurati destini di Iraq e Libia. Nella discussione insieme … Continua a leggere La discesa in campo della Russia in Siria: obiettivi e dubbi

La solitudine del reporter: intervista a Francesca Borri

“Il cinico non è adatto a questo mestiere” scriveva, ormai qualche anno fa, il reporter Rizard Kapuscinski parlando del giornalismo, quello che ti spinge in capo al mondo pur di vedere la storia accadere davanti ai propri occhi. Una volta si chiamava viaggiatore, poi reporter, oggi freelance ed è una vita fatta di spostamenti continui, incontri con persone di ogni genere, scadenze da rispettare, senza … Continua a leggere La solitudine del reporter: intervista a Francesca Borri

Il precario equilibrio dopo l’accordo di Minsk

La crisi in Ucraina sta prendendo le sembianze di uno degli eventi più pericolosi che l’Europa abbia vissuto dalla fine della Seconda Guerra Mondiale e questo è accertato dalla presenza della Cancelliera Merkel e del Presidente Hollande a Minsk lo scorso 12 febbraio. Proprio il fatto che due dei paesi che trainano la politica europea abbiano deciso di “metterci la faccia” fornisce la misura di … Continua a leggere Il precario equilibrio dopo l’accordo di Minsk

L’escalation della crisi ucraina: la strada dell’Unione Europea

Nelle ultime settimane il conflitto in Ucraina ha subito una decisa accelerazione che ha portato i miliziani filorussi a conquistare l’aeroporto di Donetsk e a bombardare la città di Marioupol causando decine di morti tra i civili. In risposta all’escalation della violenza gli Stati Uniti e la Nato sembrano aver rispolverato la strategia un po’ demodè della Guerra Fredda assegnando ad Obama e John Kerry … Continua a leggere L’escalation della crisi ucraina: la strada dell’Unione Europea

Medio Oriente: una strada per ricostruire

Per quanto riguarda la fase più recente della guerra al terrore, due sono le cose che più abbiamo sentito ripeterci in questi giorni. Una è il pericolo rappresentato dalla possibilità di attentati in qualche paese occidentale (causato da “agenti esterni” o dal ritorno a casa di terroristi europei o americani, convertiti o seconde generazioni). La seconda riguarda la tanto predicata “via diplomatica/politica” per risolvere il … Continua a leggere Medio Oriente: una strada per ricostruire