sudafrica proteste giovani

Sudafrica, gli studenti “coloured” in piazza per poter studiare

Il 5 dicembre del 2013 moriva, a Johannesburg, Nelson Mandela. Dopo più di vent’anni dalla fine dell’apartheid, nelle università in Sudafrica rimangono ancora disparità, disuguaglianze e razzismo. Un condizione, apparentemente, immutabile che ha spinto molti giovani di colore a scagliarsi contro il sistema, aprendo la stagione delle grandi contestazioni Continua a leggere Sudafrica, gli studenti “coloured” in piazza per poter studiare

Storia di una riforma travagliata: la nuova legge sul lavoro in Francia

Gli ultimi giorni della politica francese sono stati dominati da un solo argomento, la riforma del codice del lavoro promossa dal ministro Myriam El Khomri. La riforma sarà presentata proprio oggi 24 marzo durante il Consiglio dei Ministri e, nelle intenzioni, dovrebbe essere il punto di svolta sul piano della politica interna per François Hollande, così da riprendere lo slancio per conquistare la candidatura alle elezioni presidenziali del 2017 (sempre più in bilico a quanto pare) e per presentarsi eventualmente allo scontro con Sarkozy, Le Pen e gli altri con dei risultati in mano. Continua a leggere “Storia di una riforma travagliata: la nuova legge sul lavoro in Francia”

Oltre le proteste di Bologna, ripensare le forme del dissenso

Bologna è stata testimone, domenica 8 novembre, degli scontri verificatisi tra forze dell’ordine e manifestanti, scesi in piazza per protestare contro la presenza della Lega Nord in Piazza Maggiore. Il capoluogo dell’Emilia-Romagna è stato scelto da Matteo Salvini come vetrina per l’imminente campagna elettorale in vista delle amministrative che si terranno in primavera in diverse città d’Italia, tra le quali Roma e Milano. Il leader … Continua a leggere Oltre le proteste di Bologna, ripensare le forme del dissenso

Dopo il Colectiv, i giovani alzano la voce in Romania

Stranamente, ma in questo caso purtroppo, in questi giorni si sta parlando molto di Romania. Tutti ormai sappiamo cosa è successo la notte del 30 ottobre, quando il locale Colectiv ha preso fuoco a causa dell’esplosione di fuochi d’artificio durante un concerto. Per ora il bilancio delle vittime è di 51 morti, ma potrebbe aumentare viste le gravi condizioni delle molte persone ricoverate in ospedale.  Alla … Continua a leggere Dopo il Colectiv, i giovani alzano la voce in Romania