Il giro del mondo in 8 notizie #18

Cari lettori, eccoci come di consueto alla nostra rassegna bisettimanale, alla scoperta oggi del ruolo dell’Austria nella partita domino europea, di mappe del neonazismo negli USA, di Olimpiadi dei limiti umani, ipotetiche guerre con la Corea del Nord e variazioni su Shakespeare. E molto altro ancora, naturalmente. Buona lettura! Quick et nunc L’articolo di Carl Henrik Fredriksson su Transit ci porta a riconsiderare la storia e situazione … Continua a leggere Il giro del mondo in 8 notizie #18

Accanto ai bambini di Kobane, anche a distanza

Immagino ci fosse il silenzio, a Kobane, la mattina di quel 27 gennaio, ormai un anno fa. Il primo giorno di Kobane libera dopo quattro mesi di assedio da parte delle truppe dell’ISIS. Silenzio perché la libertà della città al confine curdo-siriano è stata pagata a caro prezzo: soltanto nell’ultima notte un centinaio di civili è stato vittima dell’ultima, disperata, rappresaglia dell’ISIS. Ciò che ha … Continua a leggere Accanto ai bambini di Kobane, anche a distanza

Cosa fa l’ONU per i bambini violati dai “suoi” Caschi blu?

Leggo ONU e penso ad un organizzazione sovranazionale, vagamente USA-centrica, indipendente. Se sono ottimista, magari penso anche all’attività che svolge da oltre mezzo secolo nella risoluzione dei conflitti e per il mantenimento della pace. Da pessimista osservo che, nel 2015, i conflitti nel mondo sono talmente tanti che non si contano e ogni giorno si continua a morire, quindi qualcosa nell’Onu non funziona proprio come … Continua a leggere Cosa fa l’ONU per i bambini violati dai “suoi” Caschi blu?