Re-mind the gap: un sindaco e un Presidente fanno rivivere il sogno americano

Nel suo discorso sullo Stato dell’Unione, Obama ha indicato la direzione verso cui si muoverà la Casa Bianca nei prossimi mesi, in vista delle elezioni di metà mandato di Novembre. L’obiettivo strategico del Presidente sembra essere quello di imprimere un’accelerazione alla sua agenda politica, promuovendo le misure necessarie per affrontare la ripresa economica senza lasciare nessuno indietro. Ascoltando il tono risoluto di Obama mentre afferma che troppi americani devono ancora farsi carico del peso della diseguaglianza economica senza prospettive di avanzamento nella scala sociale, non posso che tornare con la mente al “racconto delle due città” con cui Bill De … Continua a leggere Re-mind the gap: un sindaco e un Presidente fanno rivivere il sogno americano

Story telling all’americana: quando un racconto conquista la Città

Un capitolo della storia di New York City si è chiuso lo scorso 5 novembre, ma c’è un nuovo racconto che il neo eletto sindaco Bill De Blasio ha da tempo iniziato a comporre.   NEW YORK – “In so many ways, New York has become a Tale of Two Cities”: con queste parole Bill De Blasio annunciava la sua candidatura all’inizio del 2013, presentando ai newyorkesi il suo impegno per una città che fosse nuovamente di tutti. Di ritorno da un’esperienza di tre mesi come volontaria nel Field Organizing Team dei New Yorkers for De Blasio, dopo aver condiviso … Continua a leggere Story telling all’americana: quando un racconto conquista la Città

L’eredità di Bloomberg

NEW YORK – Eletto appena due mesi dopo la tragedia dell’11 settembre, Bloomberg ha preso in mano le chiavi di una città ferita, addolorata e molto arrabbiata. E il neo-sindaco ha dovuto fare immediatamente i conti con il lungo e difficile processo di ricostruzione delle aree colpite dal crollo delle Twin Towers, a cominciare dalle linee del trasporto sotterraneo andate distrutte e dalle strutture residenziali e commerciali gravemente danneggiate, fino alla progettazione e realizzazione del nuovo World Trade Center, tuttora in costruzione. Durante il suo secondo mandato, iniziato nel 2005, la crisi finanziaria e poi economica esplosa proprio nella palazzo … Continua a leggere L’eredità di Bloomberg

Cronache da NYC: the spot revolution

NEW YORK – Fino a qualche ora prima della chiusura dei seggi delle primarie del Partito Democratico in previsione dell’elezione del nuovo sindaco di New York, i notiziari locali offrivano previsioni sempre più certe sull’esito finale della battaglia che Bill De Blasio e Bill Thompson si sono giocati, è proprio il caso di dirlo, all’ultima scheda. Dal giorno delle primarie, in effetti, il clima politico intorno al Partito Democratico è stato dominato dall’incertezza, prima e dalla sorpresa, poi. Molte variabili hanno influenzato l’esito di queste consultazioni, alimentando il senso di confusione che le ha accompagnate fino alla data del voto, … Continua a leggere Cronache da NYC: the spot revolution

Hell is Other People (e ora si possono evitare)

<!– @page { margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm }   Sembra che il mondo dei social network non vada mai in vacanza, ma piuttosto tramuti la sua natura in un calderone che ribolle costantemente producendo nuove idee, ma soprattutto scopiazzamenti. Così su Facebook sono recentemente comparsi gli hashtag in stile Twitter (la cui utilità resta oscura ai miei occhi), mentre su Instagram ora è possibile anche pubblicare dei brevi video dei gatti, dei tramonti e delle colazioni, mancanza non esattamente dolorosa dato che, proprio per i video, esisteva già Vine e via dicendo. Tant’è che anziché avvicinare, essere … Continua a leggere Hell is Other People (e ora si possono evitare)