Empire of the Clouds: Iron Maiden, The Book of Souls (2015)

L’altro giorno discutevo con un amico musicista del fatto che è sempre più difficile trovare artisti che creano nuovi linguaggi musicali: da appassionati di musica progressiva (come io chiamo il prog rock dai Pink Floyd ai Dream Theater e fortunatamente oltre), troviamo frustrante doversi rivolgere ai classici per esplorare i nuovi mondi promessi e scoperti da questa corrente negli anni ’70. Forse, come ho pensato il … Continua a leggere Empire of the Clouds: Iron Maiden, The Book of Souls (2015)

Deus in absentia: Ghost, “Meliora” (2015)

I Ghost, in realtà, non sono niente di speciale. Musicalmente dicono poco di nuovo: mescolano sapientemente i Black Sabbath, i Blue Öyster Cult, gli ABBA, gli Yes e i Metallica. Aspettate, cosa? I Ghost, in realtà, sono una bomba. Stiamo parlando del sestetto satanico svedese (notare la raffinata allitterazione 666), che si traveste da adepti del male (i cinque Nameless Ghouls: due chitarre, basso, batteria … Continua a leggere Deus in absentia: Ghost, “Meliora” (2015)