terra di tutti film festival vincitori

Infanzia, cultura, sfruttamento e femminismo: tutte e tutti i vincitori del TTFF12

Annunciati i premi del Terra di Tutti Film Festival 2018: “Of Fathers and Sons” (Lo Porto), “Burkinabé rising” (Senni), “Feminista” (Voci di donne invisibili – Coop Alleanza 3.0), “Nimble Fingers” (Storie di giovani invisibili – EmilBanca) Continua a leggere Infanzia, cultura, sfruttamento e femminismo: tutte e tutti i vincitori del TTFF12

Il giro del mondo in 4 notizie #28

Gentili lettori, Bentornati alla nostra rassegna settimanale della stampa estera!  Questa rassegna e la prossima avranno contenuti un po’ diversi dal solito. Per quale motivo? Perché invece di inseguire l’attualità, ci fermiamo. Durante la vita di questa rassegna, ci siamo trovati tante volte a dover escludere articoli per assenza di spazio, o per la presenza di notizie più urgenti da comunicare. Questi articoli sono andati … Continua a leggere Il giro del mondo in 4 notizie #28

Pasolini: linciaggio mediatico in vita e in morte

Pasolini ebbe un rapporto conflittuale con la stampa. Da ricordare gli articoli usciti per il Corriere della Sera e per Tempo Illustrato, molti dei quali furono raccolti postumi in Scritti corsari. Sul Tempo Illustrato scrisse di essere un giornalista per voler entrare nei fatti e per voler «disobbedire a Buddha»: testimonianza della forte volontà di avere un’azione pratica sul mondo, per non essere uno scrittore … Continua a leggere Pasolini: linciaggio mediatico in vita e in morte

Terrore in diretta Tv: l’omicidio mediatico dei due giornalisti in Virginia

Otto colpi di pistola, due morti, la fuga e il suicidio, il tutto condito dal video dell’omicidio postato sul web e un fax con le motivazioni del folle gesto. Sono questi gli ingredienti dell’omicidio che due giorni fa ha sconvolto la Virginia, quando Vester Lee Flanagan, 41enne reporter afroamericano noto con lo pseudonimo di Bryce Williams, ha tolto la vita a due ex colleghi della … Continua a leggere Terrore in diretta Tv: l’omicidio mediatico dei due giornalisti in Virginia

Le voci del maggio: una testimonianza della manifestazione No Expo di Milano

Il primo maggio di quest’anno non verrà ricordato come la festa dei lavoratori, come il giorno del concertone, oppure come il dì in cui l’inno d’Italia venne storpiato (sic!), ma come la giornata in cui Milano finì a ferro e fuoco, “assaltata” da parte di una manciata di manifestanti a volto coperto infiltrati nel corteo NoExpoMayDay. La tradizionale parade del primo maggio voleva assumere una … Continua a leggere Le voci del maggio: una testimonianza della manifestazione No Expo di Milano

#ijf15 – Il racconto dell’ISIS tra propaganda e giornalismo

Quando Jason Burke ha definito Al Qaeda come un’idea più che una vera propria entità militare ci ha svelato non solo un elemento chiave per comprendere l’organizzazione di Bin Laden, ma in maniera ben più ampia ciò che caratterizza il terrorismo islamista dall’attacco alle Torri Gemelle sino alla minaccia dello Stato Islamico. Come è possibile che l’ISIS perda Kobane e Tikrit e non appaia meno … Continua a leggere #ijf15 – Il racconto dell’ISIS tra propaganda e giornalismo

Televisione, omosessualità e stereotipi in Italia

L’Italia è un paese molto particolare: agli occhi del mondo siamo “Pizza, Pasta, Mandolino, Mafia e Berlusconi”, mentre in casa nostra ci definiamo in base a dei preconcetti regionali o addirittura provinciali. Per un veronese il vicentino sarà sempre un magnagatti, per uno di Milano un pugliese sarà un terùn e per un siculo l’emiliano sarà un polenton. Ma qual è il minimo comune denominatore del nostro paese? La televisione. … Continua a leggere Televisione, omosessualità e stereotipi in Italia

Nuovi scontri tra Israele ed Hezbollah: un’altra guerra o tutta una strategia?

Non era possibile per Hezbollah, organizzazione e partito islamista Sciita attivo in Libano dagli anni Ottanta, non reagire di fronte all’uccisione, avvenuta lo scorso 18 gennaio, da parte dell’esercito israeliano di 6 guerriglieri, tra i quali anche Jihad Imad Mughnniyeh, uno dei più promettenti e giovani comandanti delle milizie. Insieme a loro, nell’attacco, avvenuto sull’altopiano siriano del Golan, è stato colpito anche il generale iraniano … Continua a leggere Nuovi scontri tra Israele ed Hezbollah: un’altra guerra o tutta una strategia?