madaya human rights

“Foglie di fragole per cena” – Madaya, Siria, 2016

[Nota dell’autore: ho scelto di non inserire nell’articolo nessuna delle fotografie rese pubbliche dall’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani. Sono molto forti, ritengo giusto che sia ciascuno a scegliere se guardarle oppure no:  qui è possibile trovarle e leggere l’intera denuncia della ONG attiva da Londra.] Madaya è una città di 40.000 abitanti, 50km a nord ovest rispetto a Damasco, Siria. Stretta sotto assedio dallo … Continua a leggere “Foglie di fragole per cena” – Madaya, Siria, 2016

lebanon

Paese dei cedri, fragile mosaico e promessa

Passeggiando per una collina punteggiata di cedri, a Lione, la mia amica Suzanne mi racconta del suo Libano e le si illuminano gli occhi. È una luce inconfondibile, che ho visto tante volte negli sguardi dei miei amici libanesi all’estero. Una luce fatta di tenerezza e nostalgia, di amore e tristezza, quasi di istinto materno. Del resto, loro qui sono i custodi e gli ambasciatori … Continua a leggere Paese dei cedri, fragile mosaico e promessa

Nuovi scontri tra Israele ed Hezbollah: un’altra guerra o tutta una strategia?

Non era possibile per Hezbollah, organizzazione e partito islamista Sciita attivo in Libano dagli anni Ottanta, non reagire di fronte all’uccisione, avvenuta lo scorso 18 gennaio, da parte dell’esercito israeliano di 6 guerriglieri, tra i quali anche Jihad Imad Mughnniyeh, uno dei più promettenti e giovani comandanti delle milizie. Insieme a loro, nell’attacco, avvenuto sull’altopiano siriano del Golan, è stato colpito anche il generale iraniano … Continua a leggere Nuovi scontri tra Israele ed Hezbollah: un’altra guerra o tutta una strategia?

Uno spettro si aggira per la Siria…anzi due! (pt. 3 – fine)

Se c’era una cosa di cui i libanesi non sentivano proprio la necessità era di un altro motivo per imbracciare le armi. Se c’era una cosa di cui i libanesi non sentivano proprio la necessità era un altro esodo fatto di profughi provenienti da terre straniere. Se c’era una cosa di cui libanesi non sentivano proprio la necessità erano nuove autobombe nelle loro città. Il … Continua a leggere Uno spettro si aggira per la Siria…anzi due! (pt. 3 – fine)

La questione siriana: the equilibri internazionali e spettri del passato

La guerra civile siriana sta diventando sempre di più una questione spinosa dalla quale non si riesce a trovare una via d’uscita. All’inizio il conflitto sembrava muoversi su due precisi fronti in guerra: le truppe lealiste e fedeli al presidente Bashar al- Assad contro l’esercito libero siriano, coordinato dal Consiglio nazionale siriano. A due anni dall’inizio della rivolta (marzo 2011) ci si è accorti ormai … Continua a leggere La questione siriana: the equilibri internazionali e spettri del passato