Sale ancora la tensione in Ucraina

Nello scorso mese di agosto l’attenzione dei media internazionali è tornata a concentrarsi sulla situazione in Ucraina orientale, dove è ormai chiaro come gli accordi di Minsk-2 siglati nel febbraio 2015 abbiano ormai assunto il valore della carta straccia, in quanto il cessate il fuoco è ormai violato ripetutamente ogni giorno, stando anche ai report della missione di monitoraggio dell’OSCE presente nel Donbass. Ma è dalla … Continua a leggere Sale ancora la tensione in Ucraina

Coup d’état in Turchia: una battaglia per il potere

La sera di venerdì 15 luglio 2016 – ora di Istanbul – il mondo è stato colto dalla sorpresa di un colpo di Stato in corso in Turchia. Questo articolo, in continuo aggiornamento, ripercorre gli eventi fondamentali della notte e si propone di offrire delle prime riflessioni. Un comunicato attribuito all’esercito afferma che questo ha completamente sovvertito l’amministrazione del Paese per “restaurare l’ordine costituzionale, i diritti umani … Continua a leggere Coup d’état in Turchia: una battaglia per il potere

madaya human rights

“Foglie di fragole per cena” – Madaya, Siria, 2016

[Nota dell’autore: ho scelto di non inserire nell’articolo nessuna delle fotografie rese pubbliche dall’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani. Sono molto forti, ritengo giusto che sia ciascuno a scegliere se guardarle oppure no:  qui è possibile trovarle e leggere l’intera denuncia della ONG attiva da Londra.] Madaya è una città di 40.000 abitanti, 50km a nord ovest rispetto a Damasco, Siria. Stretta sotto assedio dallo … Continua a leggere “Foglie di fragole per cena” – Madaya, Siria, 2016

La Siria raccontata in prima persona

La giornalista freelance Francesca Borri nel suo libro “La guerra dentro” racconta una Siria sconosciuta ai media e all’opinione pubblica Francesca Borri in uno scatto di pressenza.com “La guerra in Siria è una cosa complicata”. Lo ripete più di una volta Francesca Borri – giornalista freelance immersa nella guerra civile in Siria dal 2012 – nel suo libro “La guerra dentro”, nel quale racconta il … Continua a leggere La Siria raccontata in prima persona

Il pallone, la pallottola e il potere: il calcio in Ucraina

Al fischio finale del ritorno della semifinale di Europa League tra Napoli e Dnipro, un’intera nazione ha esultato per una finale guadagnata contro ogni pronostico dal sapore di rivalsa nazionale. Perché quella nazione è l’Ucraina, ed ormai da due anni lo stato è spaccato ed in guerra, e qualsiasi vittoria o sconfitta viene automaticamente letta in chiave nazionalista, come scontro tra popoli, come battaglia all’ultimo … Continua a leggere Il pallone, la pallottola e il potere: il calcio in Ucraina

Nuovi scontri tra Israele ed Hezbollah: un’altra guerra o tutta una strategia?

Non era possibile per Hezbollah, organizzazione e partito islamista Sciita attivo in Libano dagli anni Ottanta, non reagire di fronte all’uccisione, avvenuta lo scorso 18 gennaio, da parte dell’esercito israeliano di 6 guerriglieri, tra i quali anche Jihad Imad Mughnniyeh, uno dei più promettenti e giovani comandanti delle milizie. Insieme a loro, nell’attacco, avvenuto sull’altopiano siriano del Golan, è stato colpito anche il generale iraniano … Continua a leggere Nuovi scontri tra Israele ed Hezbollah: un’altra guerra o tutta una strategia?

A Kiev non c’è più un posto sicuro dove stare – Abbiamo una primavera ucraina?

“Non ci sono più luoghi sicuri nel centro di Kiev”. Questa è stata l’espressione usata dall’inviato in Ucraina de “La Repubblica” Lombardozzi per descrivere come la contesa tra il presidente ucraino Victor Janukovich e i dimostranti anti-governativi e filo-europeisti sia ormai letteralmente scivolata dal campo delle proteste pacifiche allo scontro armato vero e proprio. Alla tregua imposta dalle due fazioni contendenti non credeva praticamente nessuno; … Continua a leggere A Kiev non c’è più un posto sicuro dove stare – Abbiamo una primavera ucraina?