Il giro del mondo in 8 notizie #16: Anno nuovo, notizie nuove?

Cari lettori, bentornati! Siamo ormai a metà del primo mese del 2018, l’atmosfera di nuovi inizi sta svanendo mentre i chili presi si ostinano a permanere adagiati sui fianchi, e The Bottom Up continua ad apparire sui vostri feed con notizie fresche. A meno che non ci abbiate cancellati o nascosti, nel qual caso una squadra di flagellanti è già in viaggio verso casa vostra, … Continua a leggere Il giro del mondo in 8 notizie #16: Anno nuovo, notizie nuove?

Caro 2017, ecco cosa pensiamo di te

364 giorni fa, la redazione del Bottonomics si era impegnata in uno dei più classici esercizi di fine anno, ossia la stesura di una lista di desideri (in questo caso “economici”) che ci sarebbe piaciuto vedere esauditi nel corso del 2017. Tra commercio internazionale, regimi fiscali e nuove tecnologie avevamo toccato molti temi: ora vediamo quanto di ciò che è stato desiderato si è poi … Continua a leggere Caro 2017, ecco cosa pensiamo di te

Left-nomics: appunti sulle proposte economiche della sinistra parlamentare

In occasione dei G7 di industria, ricerca e lavoro di Torino (in realtà i lavori sono stati spostati alla reggia di Venaria), il capoluogo piemontese si è fatto teatro di diversi incontri, eventi e manifestazioni in aperta polemica verso il summit. Uno di questi è sicuramente il “Proxima* festival del 99%”, organizzato da Sinistra Italiana – Possibile in riva al Po. Il festival è stato … Continua a leggere Left-nomics: appunti sulle proposte economiche della sinistra parlamentare

Un mondo sul mare

Oggi il TheBottonomics vi porta negli Stati Uniti, precisamente a San Francisco Bay in California dove nel 2008 è stato fondato il Sea Standing Institute da Patri Friedman (nipote dell’economista Milton Friedman), Wayne Gramlich (economista e padre del concetto di Seastanding) e Peter Thiel (co-fondatore PayPal e primo investitore). Il Sea Standing Institute Cos’è il Sea Standing Institute? Si tratta di un’organizzazione no-profit che ha raccolto … Continua a leggere Un mondo sul mare

Meno F-35, più Canadair: una spesa militare pacifica è possibile?

Lotta al terrorismo, contrasto all’immigrazione e criminalità: queste sono le principali motivazioni per cui, nel 2017, l’Italia spenderà 23,3 miliardi di Euro nel settore militare. Una cifra che rappresenta l’1,4% del Pil e che conferma un trend di crescita del 21% rispetto al 2006. Questo è un primo dato che emerge dalla ricerca del giornalista Enrico Piovesana e di Francesco Vignarca, portavoce della Rete Italiana per … Continua a leggere Meno F-35, più Canadair: una spesa militare pacifica è possibile?