brexit

Goodbye Europe! – Intervista al Prof. Edoardo Bressanelli

I cittadini britannici si sono espressi, la maggior parte di loro ha votato a favore dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. L’opzione “Leave” ha vinto con il 51,9% dei voti, contro il 48,1% del “Remain”. Cosa accadrà adesso? Quali saranno le conseguenze per un’Europa che si sveglia più fragile? Ne parliamo, a caldo, con Edoardo Bressanelli, professore di Scienza Politica del King’s College di Londra. … Continua a leggere Goodbye Europe! – Intervista al Prof. Edoardo Bressanelli

Il Regno Unito diviso dall’Europa

Il Regno Unito è stato scosso dalla morte violenta di una parlamentare, Jo Cox. Accoltellata e ripetutamente ferita da colpi di arma da fuoco, la quarantunenne deputata laburista dello Yorkshire è morta lasciando completamente sbigottito un paese che non può esimersi da una riflessione seria sul proprio futuro politico e sulle correnti estremiste che lo percorrono con modi e toni sempre più appassionati e irrazionali. … Continua a leggere Il Regno Unito diviso dall’Europa

David Cameron e i Panama Papers: tante versioni e poche verità

Domenica 3 aprile vengono pubblicati a livello internazionale le prime indiscrezioni sui Panama Papers, 11, 5 milioni di documenti confidenziali appartenenti allo studio legale Mossack Fonseca e contenenti dati e informazioni riguardo centinaia di migliaia di società offshore. Tra i tanti nomi facoltosi coinvolti emerge immediatamente quello di Ian Donald Cameron, ex ricchissimo broker della city londinese, morto nel 2010, padre di David, attuale primo … Continua a leggere David Cameron e i Panama Papers: tante versioni e poche verità

David Cameron come Harold Wilson: un referendum non è per sempre

Correva l’anno 1975. Precisamente il 5 giugno. I britannici, poco abituati ai referendum, erano stati chiamati a rispondere ad un quesito tanto chiaro per formulazione quanto decisivo per valore politico: “Pensi che il Regno Unito debba rimanere nella Comunità Europea?”. Alcuni di loro non si sarebbero mai aspettati di dover di nuovo fornire il proprio parere a quella medesima domanda per sancire oppure scongiurare  la … Continua a leggere David Cameron come Harold Wilson: un referendum non è per sempre

Jeremy Corbyn e Bernie Sanders: il ritorno della “vecchia sinistra” tra Gran Bretagna e Stati Uniti

“Basta con le solite facce! Ci vuole gente giovane!”. Quante volte ci siamo lamentati dell’eccessiva età dei nostri politici, auspicandoci un ricambio generazionale? Molte, probabilmente. Ci lagnavamo della veneranda età dell’imprenditore di Arcore, malcelata da innumerevoli interventi estetici, e dei vetusti termini dell’ottuagenario presidente della repubblica. E guardavamo estasiati quel 47enne di colore promettere di cambiare il mondo nel 2008 dal suo studio ovale a … Continua a leggere Jeremy Corbyn e Bernie Sanders: il ritorno della “vecchia sinistra” tra Gran Bretagna e Stati Uniti

L’Inghilterra conserva David Cameron e la Scozia ruggisce

Fonte: mirror.co.uk Avendo la buona abitudine di andare a letto abbastanza presto e fidandomi ciecamente dei sondaggisti britannici, ieri sera mi sono addormentato ben sapendo cos’avrei scritto in quest’articolo di commento ai risultati delle elezioni in Regno Unito. Avevo già persino il titolo in mente: “Nessun vincitore in Gran Bretagna”. E invece le urne di sua maestà hanno sorpreso tutti con il loro inequivocabile verdetto, … Continua a leggere L’Inghilterra conserva David Cameron e la Scozia ruggisce

L’esempio britannico

Una delle principali criticità dei sistemi democratici dei nostri tempi è quella della insufficiente rispondenza nei confronti dei cittadini. Gli apparati burocratici e amministrativi tendono ad avvilupparsi nelle loro gabbie dorate fatte di interessi nazionali e di vincoli internazionali e a fare orecchie da mercante alle esigenze e ai bisogni dei propri cittadini o di parte di essi. Tale problematica ha assunto un carattere globale … Continua a leggere L’esempio britannico