Divo o Belzebù: il lascito di Andreotti

Divo Giulio, Belzebù, zio Giulio, il Gobbo, Molok, la Sfinge, il Papa nero: Andreotti è stato tutto questo e qualunque sia il giudizio, il 6 maggio 2013 si è spento il maggior emblema della Prima Repubblica.  Uomo colto, fervente cattolico, dotato di un’ironia particolarmente cinica, Andreotti diviene Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel governo De Gasperi IV (1947-1948) all’età di 28 anni, sarà 7 volte … Continua a leggere Divo o Belzebù: il lascito di Andreotti

Cosa nostra 2.0: dal cassiere al manager del restyling

Come si è restaurato l’assetto della nuova mafia nella provincia di Palermo.  Siamo negli anni ’70 e a Roma, per chi bazzica in certi ambienti, è inimmaginabile non conoscere il sig. Mario Aglialoro. Quest’uomo dall’accento spiccatamente siciliano in poco tempo dal controllo delle sale da gioco, trasferisce la sua attenzione sul traffico di eroina nella capitale, intrattenendo legami con la banda della Magliana, che da … Continua a leggere Cosa nostra 2.0: dal cassiere al manager del restyling