Come interpretare le elezioni giapponesi

Domenica 22 ottobre 2017 il Giappone è andato al voto. La camera bassa è stata sciolta dal premier Abe Shinzo il 28 settembre, in anticipo rispetto alla conclusione naturale della legislatura, una scelta prettamente politica: il premier in carica, infatti, aveva i seggi necessari per governare, ma non per poter modificare la Costituzione del 1947 che non consente al paese di dotarsi di un esercito.  … Continua a leggere Come interpretare le elezioni giapponesi

matteo renzi dimissioni referendum

19 milioni di “No” affondano il Governo Renzi. E adesso?

Lo scenario politico italiano tra crisi di legittimità e shock monetario Quasi 35 milioni di cittadini votanti: un’enormità, pari a oltre il 68,67% del corpo elettorale. È la dimostrazione, per chi ancora ne dubitasse, che l’esercizio popolare della democrazia rappresenta ancora un baluardo di sovranità e capacità di autonomia decisionale nel triste declino della politica italiana. Nella notte del 4 Dicembre, lo scenario nazionale prende … Continua a leggere 19 milioni di “No” affondano il Governo Renzi. E adesso?

Ha vinto Trump, come è successo

La sostanza è semplice: Donald Trump è il 45° Presidente degli Stati Uniti d’America. Inoltre i Repubblicani confermano il controllo del Parlamento, sia al Senato sia alla Camera, creando una configurazione politica estremamente favorevole per l’esecutivo (a meno di soprese e frizioni interne). La notte elettorale è stata lunga ed intensa. Con un live su Twitter ho lanciato la sfida (persa) all’inossidabile Enrico Mentana. Le … Continua a leggere Ha vinto Trump, come è successo

Dall’Austria all’Europa, i moderati perdono ancora terreno a favore dei populismi

Un po’ offuscate da quelle dei cugini tedeschi, il 29 settembre si sono tenute le elezioni legislative austriache. Se è vero che le scelte degli elettori austriaci anticipano le tendenze europee, sono numerosi i motivi di interesse sul piatto. Il Partito Socialdemocratico Austriaco (SPO) del cancelliere uscente Faymann risulta il primo partito del paese (26,86%), seguito dal Partito Popolare Austriaco (OVP) guidato da Michael Spindelegger … Continua a leggere Dall’Austria all’Europa, i moderati perdono ancora terreno a favore dei populismi