L’eredità di Bloomberg

NEW YORK – Eletto appena due mesi dopo la tragedia dell’11 settembre, Bloomberg ha preso in mano le chiavi di una città ferita, addolorata e molto arrabbiata. E il neo-sindaco ha dovuto fare immediatamente i conti con il lungo e difficile processo di ricostruzione delle aree colpite dal crollo delle Twin Towers, a cominciare dalle linee del trasporto sotterraneo andate distrutte e dalle strutture residenziali e commerciali gravemente danneggiate, fino alla progettazione e realizzazione del nuovo World Trade Center, tuttora in costruzione. Durante il suo secondo mandato, iniziato nel 2005, la crisi finanziaria e poi economica esplosa proprio nella palazzo … Continua a leggere L’eredità di Bloomberg

Ma il cambiamento dov’è, Mr. Obama?

Appena un anno fa in campagna elettorale la sua parola d’ordine era stata “Change”, ma ora Barack Obama, di fronte alla concretissima possibilità di segnare una svolta nella storia della politica estera americana e, più in generale, delle relazioni internazionali, sembra intimorito. Tenta di rifugiarsi nelle orme solcate dai suoi predecessori, nel caso specifico Dwight Eisenhower che, nel 1956, con l’Europa divisa dalla cortina di ferro, in seguito alla questione dello stretto di Suez, coniò uno dottrina secondo la quale ogni minaccia alla stabilità nel golfo persico, sarebbe stata interpretata dagli USA come una minaccia alla sicurezza nazionale. Da allora … Continua a leggere Ma il cambiamento dov’è, Mr. Obama?