Dopo l’ouzo, il baijiu: è esplosa la bolla finanziaria cinese

Quando ci riprenderemo dalla sbornia greca, ci sarà da pensare alla Cina. Tranquillo Salvini, non c’è in corso un’invasione di profughi cinesi. No, il problema sono i mercati finanziari dalle parti di Shanghai, crollati del 31% a partire dal 12 giugno scorso. Proprio ieri, mentre Tsipras citava Sofocle e tutti gli altri democratici erano pronti a condividere il discorso del liberale Verhofstadt, la borsa cinese … Continua a leggere Dopo l’ouzo, il baijiu: è esplosa la bolla finanziaria cinese