Scusate, ma non riesco a parlare di Grillo

Il protagonista della settimana politica italiana appena conclusa è indubbiamente il Movimento 5 Stelle, dapprima con la rinuncia alla candidatura olimpica di Roma, poi con la pirotecnica esibizione di Beppe Grillo alla Festa Nazionale del Movimento, a Palermo. Ora, devo premettere la mia enorme difficoltà ad occuparmi delle alterne fortune dei pentastellati. Viviamo in un clima politico sempre più polarizzato ai margini dell’inedita frattura sistema/anti-sistema … Continua a leggere Scusate, ma non riesco a parlare di Grillo

Strillare è meglio che governare: i problemi del Movimento 5 Stelle

Sabato 14 maggio scorso, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti è stato sospeso dal Movimento 5 Stelle per aver ricevuto un avviso di garanzia nell’ambito di un’indagine sulla nomina di alcuni dirigenti del Teatro Regio della stessa città, non avendo rispettato, secondo l’accusa, tutte le procedure corrette per la nomina del direttore del teatro. Il 9 maggio Filippo Nogarin, sindaco pentastellato di Livorno dal giugno … Continua a leggere Strillare è meglio che governare: i problemi del Movimento 5 Stelle

Oltre Quarto

Le indagini del Pubblico Ministero napoletano Henry John Woodcook relative ai sospetti di infiltrazione mafiosa all’interno della maggioranza Cinque Stelle del comune di Quarto sono in continua evoluzione, ed altrettanto può dirsi dei risvolti politici conseguenti. Varie intercettazioni infatti suggerirebbero un legame tra Giovanni De Robbio, il più votato tra i consiglieri grillini, e il clan camorrista dei Polverino, secondo le più classiche dinamiche di … Continua a leggere Oltre Quarto

L’istituzionalizzazione (im)possibile del MoVimento 5 stelle

Da qualche tempo tra le righe dei sondaggi politico-elettorali è comparso un nome nuovo. Parliamo di Luigi di Maio, ormai stabilmente presente nelle tabelle di rilevazione della fiducia nei leader. “Leader”, appunto, specie da quando, un paio di settimane fa, una battuta pubblica di Beppe Grillo sembrava aver confermato un’investitura ormai nell’aria. “Maledetto Luigi, sei tu il leader”, così aveva detto il comico genovese, suscitando … Continua a leggere L’istituzionalizzazione (im)possibile del MoVimento 5 stelle

The Bottonomics – Landini chi? Ovvero, che cosa manca al Jobs Act

Matteo Renzi stremato dopo la battaglia contro il Sacro Articolo Le cronache ci informano che il Jobs Act, dopo un lungo processo di redazione, è ormai entrato in vigore da un mese e ha riformato il mondo dei contratti, abolendo pure il famoso e famigerato Articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Circa, ma anche no, soprattutto per quanto riguarda quel brutto pasticciaccio del reintegro. L’obbligo … Continua a leggere The Bottonomics – Landini chi? Ovvero, che cosa manca al Jobs Act

Il pagellone della politica 2014 – Parte II: il circo dell’opposizione

Le “regole del gioco” (per usare un’espressione molto abusata nel teatrino della politica durante il 2014) le ho già esplicitate nella parte precedente. Quindi senza indugi o metafore di difficile comprensione alla Pierluigi Bersani, andiamo dritti al nostro secondo round di pagelle. In questo sequel compariranno tutti quelli che detestano (più o meno profondamente) quel gran mattacchione del nostro Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. Ed … Continua a leggere Il pagellone della politica 2014 – Parte II: il circo dell’opposizione

Podemos: la Spagna va a sinistra

Qua in Italia suonerebbe come una Candid Camera, ma in Spagna i sondaggi recenti danno un partito di sinistra in testa alle preferenze degli elettori. Questo “scherzo” si chiama Podemos e, secondo l’istituto Metroscopia, questa formazione con meno di un anno di attività politica alle spalle, ad oggi sarebbe il partito dominante della politica spagnola, davanti ai due partiti che hanno dominato l’epoca post-franchista: il … Continua a leggere Podemos: la Spagna va a sinistra

Democrazia 2.0: Populismi e Globalizzazione

Durante l’intervista che ho realizzato qualche tempo fa con il prof. Gianfranco Baldini, per analizzare i risultati delle elezioni europee, era venuto fuori un punto interessante che, per ragioni di parziale incongruenza con il tema dell’articolo, mi sono concesso la licenza di omettere. Il mio interlocutore in quella circostanza aveva menzionato, come una delle cause del prosperare dei partiti populisti in tutti i paesi membri … Continua a leggere Democrazia 2.0: Populismi e Globalizzazione