Caro 2017, ecco cosa pensiamo di te

364 giorni fa, la redazione del Bottonomics si era impegnata in uno dei più classici esercizi di fine anno, ossia la stesura di una lista di desideri (in questo caso “economici”) che ci sarebbe piaciuto vedere esauditi nel corso del 2017. Tra commercio internazionale, regimi fiscali e nuove tecnologie avevamo toccato molti temi: ora vediamo quanto di ciò che è stato desiderato si è poi … Continua a leggere Caro 2017, ecco cosa pensiamo di te

La vera rivoluzione dei Bitcoin

In tutto il mondo sempre più società e fondi di investimento decidono di mettere a disposizione il loro denaro per la ricerca nel settore delle monete virtuali, le cosiddette cripto-valute. Da New York a Pechino passando per Berlino e Londra fino a Singapore, nell’ultimo anno quasi 1,7 miliardi di dollari sono stati investiti nel settore, attraverso la creazione di start up tecnologiche. Tuttavia la cosa … Continua a leggere La vera rivoluzione dei Bitcoin

Caro 2017 ti scrivo: l’economia nel nuovo anno

Noi del Bottonomics prendiamo sul serio le ultime due settimane di dicembre e seguiamo con cura le tradizioni. Quindi, dopo l’articolo su Babbo Natale (dal quale ci aspettiamo una querela a breve), ecco il più classico dei pezzi da fine dell’anno: qualche desiderio, non importa quanto utopistico, che ci piacerebbe vedere realizzato nei prossimi dodici mesi, ovviamente a sfondo economico. Continua a leggere Caro 2017 ti scrivo: l’economia nel nuovo anno

Manuale di sopravvivenza per eurofili: il nuovo nazionalismo svizzero

La Svizzera è, insieme alla Norvegia e all’Islanda, una delle tre economie europee avanzate fuori dall’Unione europea, dopo aver votato contro l’ingresso nel 1992. L’accordo tra Italia e Svizzera firmato Lunedì 23 Febbraio a Milano ricopre un’importanza notevole nel quadro europeo, che trascende i meri contenuti del documento. La decisione di accordare, progressivamente, alle banche svizzere il diritto di operare in Italia a fronte dello … Continua a leggere Manuale di sopravvivenza per eurofili: il nuovo nazionalismo svizzero