pena di morte

Pena di morte: “Questo massacro deve cessare”

Il 21 febbraio scorso Papa Francesco aveva invocato durante l’Angelus una moratoria della pena di morte. In sostanza ha chiesto che nessuna condanna venga eseguita in questo Anno Santo della Misericordia e che i vari governi del mondo si prodighino per una rapida abolizione della pena capitale. Speriamo che il messaggio del Papa possa avere un qualche effetto ed essere  tramutato presto in realtà in … Continua a leggere Pena di morte: “Questo massacro deve cessare”

intervista riccardo noury amnesty international

Morire per le proprie idee: intervista a Riccardo Noury, Amnesty International

Arabia Saudita, 2016. Fotografia di un paese che abbiamo imparato a riconoscere, potenza economica grazie al petrolio, leader apparentemente solido in una parte dei mondo, il Medio Oriente, che siamo abituati a pensare come frammentata. Eppure conosciamo poco di ciò che accade all’interno del territorio controllato dalla famiglia Al Saud. Ed è nelle piccole cose (e nelle loro conseguenze) che si misura cosa significa vivere … Continua a leggere Morire per le proprie idee: intervista a Riccardo Noury, Amnesty International

Storie di migranti abbandonati lungo la rotta dei Balcani

“Rifugiati in fuga dalla guerra e dalla persecuzione intraprendono il viaggio lungo i Balcani nella speranza di trovare salvezza in Europa. Invece, finiscono per subire violenza e sfruttamento, a causa di un sistema d’asilo che non funziona“.                                                         … Continua a leggere Storie di migranti abbandonati lungo la rotta dei Balcani

Abortire nel 2015 in Irlanda: una storia di diritti violati

177.000: le donne che dal 1971 si sono recate in Inghilterra o in Galles per abortire.  3679: le donne che nel 2013 si sono recate all’estero per abortire. 1000-1500 Euro: il costo medio, in sterline, di un viaggio all’estero per abortire. 4000: la multa prevista, in sterline, per il personale medico che raccomanda un aborto o fornisce tutte le informazioni necessarie circa la procedura da … Continua a leggere Abortire nel 2015 in Irlanda: una storia di diritti violati

Boko Haram: cosa sta succedendo in Nigeria e perché

Il villaggio di Gaba, Nigeria. Ph: nyt.com “Migliaia di corpi – troppi per essere contati -…”Questo è l’incipit dell’articolo del The World Post che, citando Amnesty International, ha raccontato tra i primi quello che stava succedendo in Nigeria, mentre l’attenzione mediatica di tutto il mondo era concentrata su Parigi. La locuzione “boko haram”, che letteralmente significa “l’educazione occidentale è peccato”, non appare in questi giorni … Continua a leggere Boko Haram: cosa sta succedendo in Nigeria e perché

Dagli Stati Uniti all’Italia: la tortura rimane un buco nero nella battaglia per i diritti umani

Mercoledì 10 dicembre, oltre a essere la Giornata internazionale dei diritti umani, è il 30esimo anniversario dell’adozione della Convenzione delle Nazioni Unite contro la tortura. Quasi fosse un segno del destino, proprio poche ore prima della ricorrenza è stato diffuso il rapporto della Commissione d’Intelligence del Senato americano sui metodi utilizzati dalla Cia contro i terroristi tra il 2002 e il 2008. L’idea di base … Continua a leggere Dagli Stati Uniti all’Italia: la tortura rimane un buco nero nella battaglia per i diritti umani

Non solo ISIS, l’altro lato della guerra al califfato

Se i mezzi a disposizione dell’ISIS ci hanno permesso, volenti o nolenti, di scoprire cosa loro hanno deciso di chiamare “giustizia”, non significa che siano i soli a fare della violenza il loro pane quotidiano. Per un attore come il Califfato la comunicazione è linfa vitale; sulla scia di Al Qaida, tutti gli attori terroristici, ma anche le semplici organizzazioni non governative per potersi affermare … Continua a leggere Non solo ISIS, l’altro lato della guerra al califfato