Il giro del mondo in 8 notizie #10

Cari lettori, la nostra rassegna di oggi parla molto di donne del cinema e dei media, donne che combattono, fra un sussurro e un tweet. Parliamo anche del tragico attentato di sabato a Mogadiscio, delle recenti elezioni in Austria che rinforzano il vento di destra, dell’indipendenza (?) della Catalogna e tanto altro ancora. Buona lettura! Quick et nunc Mentre eravamo travolti da notizie e dichiarazioni … Continua a leggere Il giro del mondo in 8 notizie #10

Il giro del mondo in 8 notizie #7

Comincia settembre e riprende la nostra rassegna bisettimanale. Non che se ne fosse mai andata, obietterete voi attentissimi lettori. Certo, rispondiamo noi, ma avrete notato, voi a cui non sfugge mai nessun dettaglio, una certa incoerenza nelle date. Prima ogni due settimane, poi a venti giorni di distanza, insomma un appuntamento ballerino. Ecco, da oggi le cose cambiano, e saremo puntuali come un metronomo, ogni … Continua a leggere Il giro del mondo in 8 notizie #7

wallah je te jure documentario recensione

“Wallah, je te jure”, il racconto del viaggio migrante

È Dio che mi ha portato fin qui da Niamey. Se Dio vuole, mi porterà fino a Lampedusa. Io vado in Italia, te lo giuro. Si apre con un giuramento e si chiude con un giuramento, il documentario prodotto dall’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) che parla della rotta migratoria che dall’Africa Occidentale passa per il Niger e la Libia, fino a raggiungere l’Italia.  Attraverso 25 … Continua a leggere “Wallah, je te jure”, il racconto del viaggio migrante

Caro 2017 ti scrivo: l’economia nel nuovo anno

Noi del Bottonomics prendiamo sul serio le ultime due settimane di dicembre e seguiamo con cura le tradizioni. Quindi, dopo l’articolo su Babbo Natale (dal quale ci aspettiamo una querela a breve), ecco il più classico dei pezzi da fine dell’anno: qualche desiderio, non importa quanto utopistico, che ci piacerebbe vedere realizzato nei prossimi dodici mesi, ovviamente a sfondo economico. Continua a leggere Caro 2017 ti scrivo: l’economia nel nuovo anno

asylum seekers

Protezione umanitaria per povertà, basta migranti di serie B

Quando, lo scorso agosto, la cancelliera tedesca Angela Merkel annunciò che si sarebbe appellata alla “clausola di sovranità” per sospendere il Regolamento Dublino III, aprendo di fatto le porte della Germania a migliaia di richiedenti asilo siriani, nessuno (o quasi) avrebbe immaginato che una scelta in apparenza accogliente e d’esempio si sarebbe trasformata nel primo passo verso una discriminazione di fatto tra migranti di differenti … Continua a leggere Protezione umanitaria per povertà, basta migranti di serie B