De Gaulle: la Francia e la Comunità Europea

Parlare di euroscetticismo all’indomani del referendum del 23 giugno 2016, con cui il Regno Unito ha votato per lasciare l’unione europea, sembra ridondante. Ormai i toni della politica sono marcatamente euroscettici, almeno qui in Inghilterra da dove scrive il vostro, e perfino l’arroganza trionfalistica di Juncker comincia a suonare marcatamente sinistra. Il referendum su “Brexit” del mese scorso avrebbe dovuto aprire gli occhi all’ “establishment” … Continua a leggere De Gaulle: la Francia e la Comunità Europea

brexit

Goodbye Europe! – Intervista al Prof. Edoardo Bressanelli

I cittadini britannici si sono espressi, la maggior parte di loro ha votato a favore dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. L’opzione “Leave” ha vinto con il 51,9% dei voti, contro il 48,1% del “Remain”. Cosa accadrà adesso? Quali saranno le conseguenze per un’Europa che si sveglia più fragile? Ne parliamo, a caldo, con Edoardo Bressanelli, professore di Scienza Politica del King’s College di Londra. … Continua a leggere Goodbye Europe! – Intervista al Prof. Edoardo Bressanelli

Remain or Leave? Due punti di vista di sinistra

Nel referendum che questo 23 Giugno vedrà i cittadini britannici esprimersi sulla permanenza o meno all’interno del Regno Unito due sono i fronti principali: quello del Leave e quello del Remain. Sono molte le organizzazioni trasversali create per sostenere le fazioni pro-UE e anti-UE e ci sono argomenti di sinistra a sostegno di entrambe le parti.  Noi abbiamo intervistato due giovani londinesi, Ahmed e Tom, di … Continua a leggere Remain or Leave? Due punti di vista di sinistra

Integrazione europea e politica estera: frammenti di un fallimento

La politica estera e’ sempre un argomento delicato – si perdono o si vincono elezioni, su questi temi, e a volte l’intera reputazione di uno statista dipende solo da una scelta sbagliata di politica estera  – e lo stesso vale per quella dell’Unione Europea. Giochi di potere negli anni 80 fra il Regno Unito e le altre potenze europe emergono da documenti d’archivio recentemente declassificati a Londra. … Continua a leggere Integrazione europea e politica estera: frammenti di un fallimento

Quando la comunità europea era solo un’opzione

L’Unione Europea non è nata da un atto diretto di una divinità (come successe per Gerusalemme secondo il Salmo 87), né per assecondare un disegno divino (come successe per lo Stato Islamico secondo al Baghdadi) – ma come compromesso fra le aspirazioni francesi e americane e come risultato diretto della tesissima situazione geopolitica degli anni immediatamente successivi all’inizio della Guerra Fredda. L’Europa unita, tuttavia, è … Continua a leggere Quando la comunità europea era solo un’opzione

Miti e leggende sulla storia dell’integrazione europea

Due settimane fa, sul Corriere della Sera, Angelo Panebianco ci notiziava che la Ced, la Comunità di difesa progettata negli anni 50, fallì anche perché “gli americani non volevano strutture militari in concorrenza con la Nato”. Questo non è vero. La storiografia non è una scienza esatta, ma in questo caso sembra che sia vero esattamente il contrario di quello che afferma Panebianco. Gli americani … Continua a leggere Miti e leggende sulla storia dell’integrazione europea

David Cameron come Harold Wilson: un referendum non è per sempre

Correva l’anno 1975. Precisamente il 5 giugno. I britannici, poco abituati ai referendum, erano stati chiamati a rispondere ad un quesito tanto chiaro per formulazione quanto decisivo per valore politico: “Pensi che il Regno Unito debba rimanere nella Comunità Europea?”. Alcuni di loro non si sarebbero mai aspettati di dover di nuovo fornire il proprio parere a quella medesima domanda per sancire oppure scongiurare  la … Continua a leggere David Cameron come Harold Wilson: un referendum non è per sempre

Schengen, Sarri e Rohani

Avrei potuto scrivere un articolo sulle statue dei Musei Capitolini inscatolate per non offendere la vista del presidente iraniano Rohani, in visita in Italia con 17 miliardi di euro di commesse industriali nel doppiofondo della valigia. Avrei potuto scrivere un articolo sullo sconto “Family Day” proposto da NTV, ossia Italo Treno, o sul fatto che qualcuno abbia inavvertitamente lasciato accesa qualche luce al Pirellone. Avrei … Continua a leggere Schengen, Sarri e Rohani

Matteo Renzi vs Jean-Claude Juncker: uno scontro tra pesi leggeri

Ci risiamo. Dopo mesi di quiete è ancora scontro aperto tra il nostro premier Matteo Renzi e l’Unione Europea, nella persona del presidente della Commissione Jean-Claude Juncker. L’ex primo ministro lussemburghese, con la schiettezza (al limite della sfacciataggine) che lo contraddistingue, ha dichiarato che Renzi “ha torto nel vilipendere la Commissione ad ogni occasione”, dopo aver tuttavia praticamente cacciato l’unico membro italiano del suo gabinetto … Continua a leggere Matteo Renzi vs Jean-Claude Juncker: uno scontro tra pesi leggeri

Dentro e fuori la Polonia post elezioni

La collaborazione con la rivista milanese Pequod assume, a partire da oggi, una veste nuova: ogni mese infatti sceglieremo insieme un argomento su cui realizzare una piccola inchiesta a due voci. Partiamo dalle due anime, da un lato, ostile all’Europa, dall’altro, aperta e attiva soprattutto in ambito culturale, della Polonia che racconteremo insieme a Matteo Fornasari e Mattia Temporin. Buona lettura!   La Polonia decide … Continua a leggere Dentro e fuori la Polonia post elezioni