La deriva della Polonia, tra leggi anti-abortiste e crisi costituzionali

Lo scorso 4 novembre, con 267 voti favorevoli, 140 contrari e 21 astenuti, il Parlamento polacco ha votato una nuova legge che consente alle donne che decideranno di partorire bambini gravemente malati o con malformazioni di ricevere dallo Stato un bonus pari a 4000 złoty, l’equivalente di 930 euro. La norma è stata votata a maggioranza assoluta dal Partito di Governo Diritto e Giustizia (PIS), … Continua a leggere La deriva della Polonia, tra leggi anti-abortiste e crisi costituzionali

germania anniversario

Cara Germania, ti scrivo

Cara Germania, il 3 ottobre di 26 anni fa, dopo quarant’anni, tornasti ad essere unita. Quel giorno la Repubblica Democratica Tedesca cessò di esistere e i suoi territori confluirono nella Repubblica Federale. Io ero piccolo, troppo piccolo, per avere ricordi di quel giorno. La storia della tua riunificazione l’ho letta sui libri, l’ho ascoltata dalle voci di chi aveva vissuto lì durante la guerra fredda … Continua a leggere Cara Germania, ti scrivo

Il diritto internazionale nell’Unione Europea: a che gioco giochiamo?

Immaginiamo una partita di calcio, le due squadre in campo sono, per esempio il Consiglio dell’Unione Europea contro il Portogallo campione d’Europa. Per i fini che qui interessano, immaginiamo che le regole del calcio siano il diritto dell’Unione Europea, e le regole del basket siano il diritto internazionale. Quando è in attacco, dopo un’azione brillante, il Consiglio dell’UE si accorge che farebbe goal molto più … Continua a leggere Il diritto internazionale nell’Unione Europea: a che gioco giochiamo?

De Gaulle: la Francia e la Comunità Europea

Parlare di euroscetticismo all’indomani del referendum del 23 giugno 2016, con cui il Regno Unito ha votato per lasciare l’unione europea, sembra ridondante. Ormai i toni della politica sono marcatamente euroscettici, almeno qui in Inghilterra da dove scrive il vostro, e perfino l’arroganza trionfalistica di Juncker comincia a suonare marcatamente sinistra. Il referendum su “Brexit” del mese scorso avrebbe dovuto aprire gli occhi all’ “establishment” … Continua a leggere De Gaulle: la Francia e la Comunità Europea

brexit

Goodbye Europe! – Intervista al Prof. Edoardo Bressanelli

I cittadini britannici si sono espressi, la maggior parte di loro ha votato a favore dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea. L’opzione “Leave” ha vinto con il 51,9% dei voti, contro il 48,1% del “Remain”. Cosa accadrà adesso? Quali saranno le conseguenze per un’Europa che si sveglia più fragile? Ne parliamo, a caldo, con Edoardo Bressanelli, professore di Scienza Politica del King’s College di Londra. … Continua a leggere Goodbye Europe! – Intervista al Prof. Edoardo Bressanelli

Remain or Leave? Due punti di vista di sinistra

Nel referendum che questo 23 Giugno vedrà i cittadini britannici esprimersi sulla permanenza o meno all’interno del Regno Unito due sono i fronti principali: quello del Leave e quello del Remain. Sono molte le organizzazioni trasversali create per sostenere le fazioni pro-UE e anti-UE e ci sono argomenti di sinistra a sostegno di entrambe le parti.  Noi abbiamo intervistato due giovani londinesi, Ahmed e Tom, di … Continua a leggere Remain or Leave? Due punti di vista di sinistra

Integrazione europea e politica estera: frammenti di un fallimento

La politica estera e’ sempre un argomento delicato – si perdono o si vincono elezioni, su questi temi, e a volte l’intera reputazione di uno statista dipende solo da una scelta sbagliata di politica estera  – e lo stesso vale per quella dell’Unione Europea. Giochi di potere negli anni 80 fra il Regno Unito e le altre potenze europe emergono da documenti d’archivio recentemente declassificati a Londra. … Continua a leggere Integrazione europea e politica estera: frammenti di un fallimento

Quando la comunità europea era solo un’opzione

L’Unione Europea non è nata da un atto diretto di una divinità (come successe per Gerusalemme secondo il Salmo 87), né per assecondare un disegno divino (come successe per lo Stato Islamico secondo al Baghdadi) – ma come compromesso fra le aspirazioni francesi e americane e come risultato diretto della tesissima situazione geopolitica degli anni immediatamente successivi all’inizio della Guerra Fredda. L’Europa unita, tuttavia, è … Continua a leggere Quando la comunità europea era solo un’opzione