La UE boccia la manovra: cosa succede al mercato delle obbligazioni e al credito, con un semplice grafico

La Commissione Europea ha proposto una procedura di infrazione in violazione all’articolo 126 del Trattato sul Funzionamento dell’Unione Europea. Il dibattito giornalistico e politico è sbilanciato verso il famoso 3% di tetto del deficit, mentre la commissione, nel documento ufficiale, si concentra sul comma 3 dell’articolo, che recita: Se uno Stato membro non rispetta i requisiti previsti da uno o entrambi i criteri menzionati, la … Continua a leggere La UE boccia la manovra: cosa succede al mercato delle obbligazioni e al credito, con un semplice grafico

Naturale o frizzante? Trasporto pubblico e referendum a Roma

Domenica 11 novembre (domani), i cittadini di Roma si esprimeranno sul futuro del servizio di trasporto pubblico cittadino tramite un referendum consultivo. Il testo referendario, promosso dai Radicali con l’appoggio di altre forze politiche della Capitale, è composto da due quesiti: 1) “Volete voi che Roma Capitale affidi tutti i servizi relativi al trasporto pubblico locale di superficie e sotterraneo ovvero su gomma e su … Continua a leggere Naturale o frizzante? Trasporto pubblico e referendum a Roma

La Crisi dei Ministri – di soldi finiti, spread ed Europa

Hello Spread my old friend, verrebbe da cantare in questi giorni. Sì, perché da ormai una decina di giorni i mercati internazionali hanno deciso di prender parola sulla formazione del nuovo governo italiano. Da quando Lega e Movimento 5 Stelle hanno formato una coalizione di governo attorno al celeberrimo contratto di governo, indicando nella figura del Prof. Giuseppe Conte il candidato Presidente del Consiglio, in … Continua a leggere La Crisi dei Ministri – di soldi finiti, spread ed Europa

Una lezione di economia dal sol levante

Stampare la propria moneta. Fare debito. Ridurre le tasse. Aumentare le assuzioni statali. Flessibilizzare il mercato del lavoro. No, non è la lista della spesa delle proposte di politica economica esposte da tutti i partiti alle scorse elezioni politiche. È un sunto della Politica Economica che il Giappone ha intrapreso oramai da più di cinque anni, da quel 26 dicembre 2012 quando Abe Shinzo divenne per … Continua a leggere Una lezione di economia dal sol levante

Il lavoro in campagna elettorale: un silenzio assordante

“Io credo che nessun governo abbia fatto quello che abbiamo fatto noi non dico per gli imprenditori, ma per Confindustria in generale: via la componente Irap sul costo del lavoro, abbassamento delle tasse per chi fa investimenti nell’azienda, il Jobs Act e la riforma dell’articolo 18, Industria 4.0. Le cose di cui Confindustria parlava da anni le abbiamo fatte ma non perché le diceva Confindustria … Continua a leggere Il lavoro in campagna elettorale: un silenzio assordante

Cchiù pilu pe’ tutti e altre promesse elettorali: ovvero perché i politici promettono ciò che promettono

Le elezioni sono alle porte e, con loro, tutta una serie di promesse elettorali più o meno realizzabili vista la situazione economico/finanziaria del Bel Paese. Ma cosa spinge i partiti politici a promettere determinate cose? Vi è dietro un’ideologia politica o un progetto per il rilancio del paese? Forse no. Da molti anni ormai, gli studiosi che hanno cercato di dare un senso e di … Continua a leggere Cchiù pilu pe’ tutti e altre promesse elettorali: ovvero perché i politici promettono ciò che promettono

Caro 2017, ecco cosa pensiamo di te

364 giorni fa, la redazione del Bottonomics si era impegnata in uno dei più classici esercizi di fine anno, ossia la stesura di una lista di desideri (in questo caso “economici”) che ci sarebbe piaciuto vedere esauditi nel corso del 2017. Tra commercio internazionale, regimi fiscali e nuove tecnologie avevamo toccato molti temi: ora vediamo quanto di ciò che è stato desiderato si è poi … Continua a leggere Caro 2017, ecco cosa pensiamo di te