C’era una volta il Nord-est: Aldo Sbadiglio, "Ljuba Toast Cricket Club"

Ero partito con quella di recensire l’ultimo dei Wilco.
I Wilco sono una band alternative americana, usciti dallo sbobbone generato negli anni ’90 dai R.E.M., essenzialmente, e hanno regalato a tutti il nuovo disco, ma mica come gli U2. Gli U2 ci hanno ficcato in gola (cioè nei nostri account iTunes) il loro ultimo album senza neanche chiederci se ci faceva piacere: a me coincidenzialmente ha fatto piacere, anche se poi il disco è una mezza (solo mezza, giuro) ciofeca, ma a più di qualcuno non è piaciuto affatto.
Quindi insomma ‘sti Wilco hanno regalato il disco ma dicendo “il disco è qua, se volete scaricarvelo” e io tac, l’ho scaricato.
Non ho mai ascoltato i Wilco.
Il disco non è male.
Essenzialmente, però, non è nulla di che.
Quindi.
L’altra sera sono stato a una sagra, nella migliore tradizione friulana, a sentir suonare Aldo Sbadiglio e la Famiglia Ananas in Vacanza a Dresda, una formazione folkeggiante della “provincia di Codroipo” (ovvero la città con l’anagramma più divertente di tutti), e ho acquistato il loro ultimo disco, che in realtà è già uscito da un po’ (per la precisione, a settembre scorso).
Insomma l’ho ascoltato e mi sono divertito molto di più che con quello dei Wilco.
Ho deciso che meritava la recensione.

Foto di Alice Durigatto

Ho conosciuto Aldo Sbadiglio e la Famiglia Ananas in Vacanza a Dresda e il loro nome meraviglioso a un evento promosso a Udine da un ente locale per la lingua friulana, il “Premi Friûl”, che l’anno scorso li ha visti vincitori: quello che salta agli occhi è il divertimento assoluto che la band trasmette al pubblico, che già si sente sul primo disco, In Vacanza a Dresda.

Il secondo album, che si intitola Ljuba Toast Cricket Club (Ljuba, in sloveno, è nome proprio di persona, ma vuole anche dire “amore”, “tesoro”), però, ha qualcosa in più.

C’è qualcosa, a Nord-est, che non c’è da nessun’altra parte in Italia, ed è qualcosa che c’è sempre stato anche prima che l’Europa di oggi cancellasse i confini di ieri, quel sentimento di unione tra popoli e culture, quella sensazione di trovarsi fuori dal mondo che io, bambino nato e cresciuto in una grande città, potevo provare già quando ancora non ci abitavo e venivo in vacanza dai nonni in Friuli.
Questo qualcosa viene raccontato meravigliosamente dalla Famiglia Ananas, assieme ad altre storie, nelle quali forse possiamo riconoscerci tutti. La musica, dopotutto, è fatta per questo: raccontare storie, alle quali qui viene data voce dal malinconico eppure comico Aldo Sbadiglio (che in realtà si chiama Paolo Drigo e ha una barba notevole), in italiano e in friulano. Storie come quella di “Ghiaccioli Blu”, resoconto di una visita estiva al supermercato, o quella, surreale, del viaggio in Tibet di Aldo per staccarsi dal logorio della vita moderna in “Where’s Aldo” (non devo spiegarvi che il titolo viene dal giochino “Where’s Waldo”, vero?). Ci sono anche piccole perle di friulanità come “Sborfadôr” [“Innaffiatoio”] con ospite Fabian Riz, icona del rock and roll friulano, e “All Night”, omaggio a un soggiorno estivo in località montana carnica (la Forni del testo, che non è dato sapere se sia Forni Avoltri, Forni di Sopra o Forni di Sotto, con annesso calembour Forni-care).

Foto presa dal profilo Fb della band
I pezzi migliori, però, sono quelli che raccontano il nostro tempo: “Milano Violenta, Udine in Cassa Integrazione”, “Levante (C’era una volta il Nord-est)” (omaggio alla cantautrice Levante, che ha fatto una canzone che si intitola “Sbadiglio”, chiaramente omaggiando la Famiglia Ananas) con ospite il Coro Popolare della Resistenza, la splendida “Libero Sei (Stato)” e la divertente, dolceamara, conclusione di “Živjeli S.p.a.” (Živjeli vuol dire “salute” in sloveno, non salute di quando si starnutisce ma di quando si beve: ricordiamoci che siamo in Friuli).
Di questi tempi, trovare artisti che siano anche narratori divertenti, coinvolgenti ed emozionanti non è facile, e Aldo Sbadiglio e la Famiglia Ananas in Vacanza a Dresda lo sono, con freschezza e originalità.
Se non siete mai stati in Friuli, questo disco vi incuriosirà; se ci siete stati, vi ci ritroverete.
Trovate Aldo Sbadiglio e la Famiglia Ananas
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...